• Home
  • Astrologia Esoterica
  • Segni zodiacali da punto di vista Esoterico

Vergine tu e i tuoi simboli

Tu e i tuoi simboli. In alto a sinistra l’Angelo simbolizza l’evangelista Matteo, a destra l’aquila simbolo di Giovanni evangelista, al centro a sinistra il bue simbolo dell’evangelista Luca e a destra il leone simbolo dell’evangelista Marco. Essi rappresentano i quattro elementi della natura rispettivamente aria, acqua, terra e fuoco e ancora i quattro segni zodiacali fissi, quindi: Matteo – aria – Acquario, Giovanni – acqua – Scorpione, Luca – terra – Toro, Marco – fuoco – Leone. Simboli che troviamo anche nella ventunesima lama dei tarocchi, il Mondo = trionfo. Sempre in alto a Sinistra Mercurio, tuo governatore regge la galassia a spirale che emana “LUCE” alla figura angelica posta al centro la quale regge con la mano destra l’uovo cosmico il Cielo-Terra da cui nasce la vita, e con la mano sinistra una spiga simbolo della conservazione. In alto al centro troviamo in trasparenza il Thot, il dio egizio da cui nasce la scrittura, il calcolo e le scienze, assimilato da Ermes - Mercurio e da Ermes – Trismegisto, il tre volte grande, a cui si attribuiscono gli scritti ermetici, e corrisponde anche all’anator, al vaso ermetico in basso a sinistra vicino all’alambicco e allo sciacallo; sul lato opposto a destra due ibis e un libro aperto sulla figura dei Sefirot, “l’albero della vita”, che sta in equilibrio fra scienza conoscenza. Il glifo del segno F una M sta ad indicare il termine Mater, Madre e nella zampetta rientrante si intravede la luna sulla scia dell’iconografia mariana che spesso mostra la Madonna con la falce lunare ai suoi piedi; 8 settembre, Natività di Maria Vergine.

Bilancia tu e i tuoi simboli

Al centro una grande bilancia, sorretta, a sinistra dal saggio Thot dalla testa di Ibis e signore della Parola; e a destra da Iside che ascolta la parola con orecchie da topo. La dea è fecondata dal Suono. Riceve è da la vita, la cui chiave è impugnata da Thot.
Parole, suono che incantano i due cobra (unico serpente che può essere incantato) che intrecciano Thot, Scienza e Conoscenza.
E Iside risponde alla provocazione del Suono, scuotendo ritmicamente con la sinistra il sistro, un antico strumento musicale degli antichi egizi. Sulla bilancia (bis lanx, cioè due piatti), un vaso rosso e una piuma bianca. Esso rappresenta il cuore dell’uomo che per passare il regno dei beati deve essere leggero come una piuma. Cuore leggero e virtuoso. E in medio stat virtus. Una questione di equilibrio; a dimostrazione di ciò in alto troviamo il sole e la luna uniti da un palpitante circuito dalla forma di otto posto in orizzontale simbolo dell’infinito, dell’unione fra cielo e terra e come ci suggerisce la prima massima di Ermes Trismegisto “come in alto così in basso per formare quella unica cosa”; e in basso troviamo un pavimento a scacchiera da tempio massonico, quadrati bianchi e quadrati neri: realtà del nostro tempo dove bene e male si incastrano. Accosciate sul pavimento due sfingi. Una sfinge maschio (egizia) e una sfinge femmina (babilonese e greca), corpo da leone, testa d’uomo, ali. Sfingi = enigma = iniziazione. Cosi come iniziatori sono Iside e Thot che aprono le porte dell’Altro Regno a chi ne è degno. Le due sfingi posano la zampa su un cubo dove sotto è posto un giglio bianco (amor sacro) e sopra vi è posta una rosa rossa (amor profano), lussuria e castità. Fiori venusiani ed è Venere che governa il segno; ed ecco il suo glifo sopra la fronte di Iside alle cui spalle troviamo il velo della conoscenza acquisita con l’iniziazione e con l’equilibrio. Non a caso il segno della Bilancia è il settimo segno dello zodiaco. Sette note musicali, sette i colori dell’arcobaleno, sette i giorni della settimana, sette il numero occulto; e ancora “Dio si riposò il settimo giorno da tutte le sue opere”.

Scorpione Tu e i tuoi simboli

dal 23 ottobre al 22 novembre
Tutto è in Te. Bene e male, morte e rinascita, tutto un Universo ruota dentro di Te. Enigma, trasformazione prove, compensazione, alti e bassi, le crisi, il sesso e la morte sono strettamente legati ai concetti dello Scorpione Sesso e morte che ricorre spesso sia nella psicanalisi sia in letteratura.
E’ tradizione che il segno governi l’apparato geniale oltre quello escretore. E non sembra l’eretta coda dello scorpione proprio un fallo? Trova il suo corrispondente nella codina frecciata dal glifo del segno, raffigurato su un poliedro che lo Scorpione tiene con le sue robuste chele. Ed ecco che tu (quanto mai dotato di sex appeal) ti comporti, nei confronti del sesso, in maniera eccessiva: o il rifiuto netto o l’abbandono alla corrente della lussuria; e, da qui, il dissolvimento, la distruzione.
In basso a sinistra un bambino detiene un teschio in mano: solo con la morte viene il nuovo.
Questo è un simbolo di rinascita e di morte, vale a dire, la morte si sta muovendo per un nuovo stato di coscienza, è una seconda nascita. Si riferisce all'uomo spirituale. Infatti il veleno dello Scorpione può uccidere ma, se ben usato può diventare un potente farmaco. Ma c’è un altro pericolo, quello dell’accostarsi, non preparati, a certe conoscenze. I misteri, rivelati, possono distruggere chi li svela. Non a caso in alto a destra troviamo Il serpente (kundalini) che inghiotte un teschio. Questo è un simbolo di segretezza e mistero, sono i poteri psichici e medianici che attraverso l’alchimia ci permettono di nascere in un altro piano energetico sotto la supervisione di un guru è possibile accendere i canali appropriati per attivare i chakra, al fine di raggiungere la consapevolezza e la partecipazione in altri livelli di coscienza. Al centro a destra un asceta, in meditazione, la forza si conquista con la riflessione, solo chi è morto può risorgere. È l’ascesi che ti da la forza di un San Giorgio.
Quel San Giorgio che nella figura a sinistra uccide il drago. È la lotta contro il drago = serpente = scorpione. È anche il combattimento di Michele arcangelo con Lucifero. E deve essere il tuo combattimento interiore. Ora sappi: un altro nome dello scorpione è Aquila. L’aquila si afferma. È lo Scorpione ‘“realizzato”; è la “faccia sublime” del segno. E l’aquila miticamente lotta con il serpente. E lo scorpione, vinto dall’aquila, diventa aquila lui stesso (vola nel cielo un’aquila nel nostro disegno). Come dire: vinta la natura inferire, si assume quella superiore, si è tramutati; la Pietra Filosofale è ottenuta. Lo indica la coppa in basso a destra, calice del Santo Graal che rivela e manifesta un dorato sole luminoso. Un’altra coppa, vuota e rovesciata, giace li accanto: chi non è pronto, chi non ha sublimato, chi non è qualificato, è destinato il più delle volte a fallire.
Quando lo Scorpione è equilibrato all'interno della conoscenza, è come un'aquila in volo, in grado di penetrare la spiritualità come un iniziato - esoterico e scoprire cosa c'è dietro le apparenze con l’innocenza di un bambino che gioca col teschio e non ha paura.
Lago di zolfo da vedere nel dipinto. Fermentazione scosso da turbolenze esplosivo che ha reso la vostra esperienza intimamente la tragedia: la distruzione come mezzo liberatorio perché non sopporta più di qualsiasi conflitto è già stabilito che "la paura e il desiderio". Le sue tracce violente e spietate sempre eccitato a vivere tra gli estremi. Le parole chiave che definiscono questa situazione sono le seguenti: vorrei. Questa descrizione riepilogativa relativa alla lotta tra il bene e male.
San Giorgio e il Drago , psicologia analitica che riposa all'ombra o il lato più oscuro della personalità conosciuta anche come la bestia, e che è una delle qualità peggiori e difetti che non sono progettati per riconoscere come parte dei nostri comportamenti luminosi: l'invidia, la lussuria , la passione, la sete di vendetta, alcuni quasi morboso e si vuole raggiungere il potere, possessione e controllo di quelli intorno a loro, secondo i loro desideri. Ma su un altro livello uno scorpione rosso salva una pietra (sull'acqua), gli indù dicono che dal fango nasce il fiore di loto.
E 'la liberazione e la salvezza del mondo mediante la conoscenza interna inferiore.

Primo piano: Un paesaggio brullo, desertico, vulcanico come raffigurato nel dipinto di Ariete. Rappresenta una battaglia sia all’esterno (Ariete), una volta che è dentro l'uomo (la sua psiche). In astrologia continua ad essere molto valido il giorno di Ariete e la notte Scorpione. Egli equipara il simbolo detto popolare: "Lemon è sano, ma è acida."

Un bambino detiene un teschio in mano: solo con la morte viene il nuovo.
Questo è un simbolo di rinascita e di morte, vale a dire, la morte si sta muovendo per un nuovo stato di coscienza, è una seconda nascita. Si riferisce all'uomo spirituale.
Il serpente inghiotte un teschio. Questo è un simbolo di segretezza e mistero, sono i poteri psichici e transpersonali attraverso alchimia trasmutazione dell'energia sessuale all'interno scopi diversi da riproduzione) ci permettono di nascere di un altro mondo.
Kundalini (enrroscada viene memorizzato alla base della colonna e sotto la supervisione di un guru è possibile accenderlo e passa attraverso i canali appropriati per attivare i chakra, alla fine viene raggiunta consapevolezza e la partecipazione in altri livelli di coscienza, che in condizioni normali sono dormire, allora è molto chiaro a credere tali esperienze sono morti.) lo sfondo per questa ragione che vi è un asceta nella posizione del loto, meditando internamente intensa attività.
La meditazione ascetica: una profonda meditazione richiede:
1 Una posizione comoda che ci permette di bilanciare il corpo fisico.
2. Concentrazione, cioè, fissare l'attenzione su un unico pensiero.
3. Lo stato di estasi che può essere paragonata solo a sperimentare silenzio
e pace come risultato della stessa esperienza e conoscenza del flusso.
The Eagle: (aquila reale) Quando lo Scorpione è liberamente all'interno della conoscenza, è come un'aquila in volo, in grado di penetrare la spiritualità come un iniziato - esoterico e scoprire cosa c'è dietro le apparenze.
Cálises: il segno dello Scorpione è intensamente sessuale, e ha un grande potere. Ma deve rimanere in piedi luminoso illuminato e superiori Calise. In caso contrario, cade come Calise caduti che rappresenta il dominio delle passioni.
Al suo interno il simbolo astrologico dello Scorpione.

Sagittario Tu e i tuoi simboli

Dal 23 Novembre al 21 Dicembre
Dopo la morte lasciata dal segno dello Scorpione ecco la rinascita del Sagittario nono segno dello Zodiaco, segno di fuoco. Ma il tuo fuoco non brucia (come il fuoco dell’Ariete), ne genera (come il fuoco del Leone) ma illumina, non a caso il nono campo dello Zodiaco rappresenta la fede.
In alto Giove, tuo governatore, sul suo trono di nuvole è il dio della giustizia e proprietario di Olympus, infedele per natura con un forte senso di libertà si batterà tutte le possibilità pur di non essere intrappolato e sottoposto a sua moglie Hera. Da questa analogia il tuo spirito ribelle contro le routine che sono inerenti a un mondo pieno di etichette, contratti, diritti e obblighi.
Ed ecco qui al centro apparire il Sagittario; rappresentato dal simbolo del centauro, metà cavallo e metà figura umana. Eterno dilemma del nativo. Una parte (il cavallo) è la natura animalesca e istintiva, l'altro (uomo) sono i tuoi nobili ideali.
Amante dei viaggi e dell’avventura in gioventù, nell’età adulta desideri mettere in pratica la conoscenza e l’esperienza fatta lungo il tuo viaggio (anche empirico). Lo indica la pelle di capra (Capricorno) sulle spalle. Dopo la conquista e il bisogno materiale che permettono il minimo vitale, l'interesse è focalizzato sullo spirituale.
"Il centauro è un simbolo cosmico, del bisogno che ha l’uomo per arrivare in comunione con Dio.
Ai bordi troviamo “l’albero della vita”, chiamato intelligenza o Geburah - Misericordia è detto anche campo di Giove. Si noti la freccia puntata nella direzione dell'infinito (nuvole).
In basso a destra l'Eremita e l'unicorno sta ad indicare che tutti abbiamo a disposizione la possibilità di scegliere tra due alternative: o si segue il sentiero mostrato dall'Eremita, con la sua luce santa che mostra il sentiero che conduce alla vetta dove vi è la nascita di un sole giallo (Dio), o si segue quella del centauro animale che invita a godere dei massimi benefici che forniscono la vita sensoriale il cui motto si riflette nel detto popolare, "mangiare, bere e morire domani”, che è una vita di edonismo e piacere, ma vuota.
In basso al centro il tuo glifo dentro una bacheca posto su una croce; a sottolineare la ricerca interiore, la pietra filosofale.

Capricorno tu e i tuoi simboli

21 dicembre al 19 gennaio
Al centro la capra, sulla cima di una roccia, mostra tutto il suo splendore come simbolo di vittoria, si riferisce al campo del segno il 10° (il successo, l'onore, la dignità, lo stato, la realizzazione). Le gambe della capra sono particolarmente adatte per l'arrampicata e l'alpinismo come simbolo di conquista; o come un arrampicatore sociale. Per i gnostici capra è un simbolo di energia (libido) e trasmutazione sessuale, plesso sacrale alla base della colonna vertebrale dove risiede la Kundalini.
In alto sulla grotta il tuo glifo simbolo di Saturno, tuo governatore e signore, seduto all’interno, porta una falce e una clessidra simbolo del dominio del ciclo di vita/morte.
Ogni essere umano è un seme che custodisce al suo interno una vasta gamma di possibilità è germinazione, secondo il piano stabilito da Dio e che ha a che fare con il nostro processo evolutivo. Saturno è il Signore del Karma, il “Grande Esaminatore” utilizza punizioni, dolore, limitazioni al fine di garantire che le lezioni della vita che apprendiamo siano ben assimilati.
A destra bambini di cui uno tiene i piedini sopra un alligatore e in mano dei serpenti, rappresenta Ercole trionfante perché ha dominato il suo potere distruttivo e pericoloso. Nell'antico Egitto era un'immagine fedele del diavolo o animale (ego) pieno di furia e dell'incontinenza sessuale (abuso). Un serpente, alligatore, mela, ovvero: preoccupazione tentazione o il simbolo del male (Lucifero, Satana, il diavolo, e Saturno), ma sono anche aspetti della stessa forza che rilascia la chiamata Meshiaḥ (o liberare il Messia, Cristo). Fino a quando noi adulti non sapremo ritrovare l’innocenza del bambino non possono entrare nel "Regno dei Cieli" ciò richiede il trionfo sulle nostre passioni, vizi e virtù per la rinascita dell'anima. Il segreto di Saturno è correlato a ciò che gli antichi alchimisti avevano scoperto: trasmutare il piombo (vizi e difetti) in oro (virtù dell'anima), a sinistra un uomo alza le braccia verso il simbolo della capra obiettivo a cui aspira; vincere il demone che è dentro. Non a caso a destra il sigillo di Azazel (quadrato di Saturno) dove una capra è designata “per Azazel” (levitino 16:8).

La strada per il successo
  • Dove sono

    Sede Legale: Via Leonardo Da Vinci 243
    Palermo 90145, ITA

    Telefono: 091 406951
    Cellulare: 338 20 44 713 - 344 5663307

  • Social Network